I nostri Vigneron:
Montemercurio

Per noi il rispetto della terra passa dal recupero dei vitigni autoctoni e dalla loro preservazione per le generazioni future.

Rispetto per la tradizione ma soprattutto rispetto per la natura e per i suoi ritmi: è questa la filosofia che accompagna l’Azienda Agricola Montemercurio sin da quando è stata fondata nel 2008.
«Una realtà a conduzione familiare che affonda però le sue radici molto più indietro nel tempo – ci racconta Irene. – I nonni di Marco, il proprietario, producevano infatti vino sin dagli anni ‘60. Quando lui ha deciso di intraprendere questa avventura e diventare vigneron, sono stati gli insegnamenti del nonno a cui si è ispirato. Non è un caso infatti che siamo riusciti a conservare un vigneto storico di 60 anni, preservando e clonando antichi vitigni autoctoni. Proprio con questi vitigni abbiamo impiantato i nostri vigneti più recenti. Una porzione di un passato che rischiava di andare estinto ha così trovato nuova vita ai giorni nostri e può proiettarsi verso quelli a venire».

Ed il legame viscerale con il territorio di Montepulciano e la sua tradizione secolare trova un corrispettivo direttamente nel nome dell’azienda che è composto appunto da “Monte” e da “Mercurio”:

«Mercurio è il messaggero degli dei – continua Irene – colui a cui sono affidate le storie da raccontare. Ed il nostro obiettivo è proprio quello di tramandare un messaggio ai nostri clienti e alle generazioni future». Un messaggio che parla di Montepulciano, della sua storia, del suo saper fare, del paesaggio che la circonda, ma soprattutto del vino che la contraddistingue e delle uve che qui vengono coltivate: «Uve rosse, come il Sangiovese – qui anche sotto la veste del clone prugnolo gentile – il Canaiolo nero, il Mammolo e il Colorino; ma anche uve bianche, qualcuna quasi estinta, come il Canaiolo bianco o il Pulcinculo».

E poi ci sono i sapori, uno su tutti i pici al sugo – come chiamano il ragù da queste parti – e le attrazioni culturali e paesaggistiche.

«Piazza Grande di Montepulciano, un teatro a cielo aperto su cui si affacciano il duomo, il comune e i palazzi storici. Bisogna salire fino in cima alla torre del Palazzo Comunale perché la vista che si gode da lassù è incredibile: Cortona, Pienza, Montalcino e tutta la Val di Chiana sotto il nostro sguardo. E per chi è in cerca di un posticino più raccolto dove sedersi a leggere un libro, prendendo le scale di Porta della Farina si giunge ad una piazzetta molto raccolta. Qui ci sono due panchine che regalano una veduta mozzafiato sul lago Trasimeno».

E coloro che volessero immergersi nelle atmosfere della Val di Chiana e della Val d’Orcia? «Niente di meglio di un vespa tour – conclude Irene – si può esplorare tutto il territorio in un paio di giorni, e nei periodi di bella stagione ti godi il panorama e i suoi profumi senza tempi obbligati da rispettare».
Libertà al ritmo personale di ognuno di noi.

Servizi cantina

Tour su prenotazione

Degustazione di tutti i vini

Visita in vigna e cantina

Contattaci

Inserisci la tua mail e scrivi il tuo messaggio direttamente al vigneron per prenotare uno dei servizi proposti.

Ti risponderà quanto prima.

Indirizzo cantina

Via di Totona 25/a
Montepulciano
Montepulciano
Siena
Italy

I vini della cantina

Product added to wishlist

Vigneron.Wine usa solo cookie tecnici per la corretta gestione della piattaforma e per l'analisi delle performance del sito.

Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie Policy